Mamma felice significa bimbi felici

Mamma felice significa bimbi felici

Come lo stato d’animo di una mamma calma i bimbi

Ciao MAMME,
“le mamma felici hanno bimbi felici. Quindi mamme cercate di stare innanzitutto bene voi”. Di tanti consigli che mi sono sentita dire (senza averlo chiesto) quando ero in gravidanza, questo è stato l’unico prezioso. Ce lo disse l’ostetrica del corso pre-parto.

I consigli non richiesti

Durante la gravidanza mi hanno dato davvero tanti consigli.  Tutti diversi. Alcuni graditi e altri no. Mi hanno detto tutto e il contrario di tutto.

“Non tenerlo troppo in braccio sennò si abitua”
“Tienilo in braccio così è più sereno”
“Non allattarlo ogni volta che lo chiede”
“Allattalo ogni volta che lo chiede”

“Coprilo”
“Scoprilo”
Cambialo spesso”
“Non cambiarlo troppo spesso altrimenti non si abitua a tenere il pannolino”

“Mettigli i calzini”
“Toglili i calzini”

Trasmettiamo quello che sentiamo

Durante il corso pre-parto, per farci capire che se volevamo avere figli felici dovevamo essere mamme felici, ci fecero riflettere. Immaginate una una mamma ansiosa e inquieta che prende in braccio suo figlio e lo scuote nervosamente. Il bambino percepirà l’ansia della madre e probabilmente piangerà più spesso.
Immaginate, invece, una mamma che culla dolcemente suo figlio e gli parla con voce delicata. Il bambino percepirà la serenità, si sentirà rassicurato e sarà più tranquillo e felice.

Certo non basta essere mamme tranquille perché il bimbo non pianga, visto che i pianti possono essere dovuti da tanti fattori e che piangere è il principale modo di comunicare dei neonati. Però un atteggiamento sereno a lungo andare porta i suoi frutti. Non dico che la madre possa plasmare a suo piacere il proprio figlio (sarebbe troppo bello!) ma possiamo almeno cercare di trasmettergli tranquillità e per farlo dobbiamo come prima cosa dobbiamo stare bene noi mamme.

Questo consiglio si può estendere a qualsiasi comportamento.

Basta sentirsi in colpa, siamo mamme ma non solo

Noi mamme ci sentiamo troppo spesso in colpa e dobbiamo imparare che fare qualcosa per noi non significa che non ci stiamo prendendo cura dei nostri figli.
Una cara amica, che è medico, mi ha detto:

“Mi sento in colpa quando sono al lavoro perché non sono insieme a mia figlia.
Mi sento in colpa quando sono a casa con mia figlia perché non sono al lavoro”.

Essere brave mamme non significa stare 24 h al giorno con i propri bimbi. Significa educarli, provvedere a loro, aiutarli a crescere e dedicargli più tempo possibile ma soprattutto tempo di qualità.

Facciamo veramente qualcosa di male quando dedichiamo tempo a noi?

Prenderci del tempo per noi, non significa abbandonare la famiglia o non amarla. Significa che oltre a dedicarci ai nostri cari, ci dedichiamo anche a noi stesse.
La gestione del tempo può essere molto difficile per una madre oggi giorno, perché le cose da fare sono sempre tantissime, e i nostri piani vengono spesso stravolti da imprevisti dell’ultimo minuto. Però, fare qualcosa per noi stesse è importante perché significa insegnare ai nostri bimbi a farlo per loro stessi. Anche loro saranno persone che si prenderanno cura di sé. Non dimentichiamo che il miglior insegnamento è l’esempio.

Fare qualcosa di bello solo per noi, ci farà sentire felici e questo si ripercuoterà positivamente su tutta la famiglia. Uscire o leggere un libro, è dunque una scelta da mamma cattiva? Io non credo. Anzi, è la giusta via per fare in modo che i nostri bimbi siano felici.

Estremizzando il concetto, conosco mamme che hanno deciso di non allattare perché lo ritenevano un compito troppo gravoso e rischiavano di andare in depressione.
Ho trovato questa scelta molto coraggiosa, proprio perché è una scelta controcorrente. Ma credo che per le loro famiglie sia stata la scelta giusta perché la madre era felice e i bambini sono cresciuti sani come tutti gli altri.

Io personalmente ci tenevo molto ad allattare, se non ci fossi riuscita non mi sarei sentita una mamma completa e per me è stata una tappa fondamentale del mio rapporto con mio figlio. Proprio per questo ho vissuto l’allattamento al seno come un momento di coccola con mio figlio, nonostante le difficoltà iniziali! 

Fare qualcosa per se stesse quando si vive sempre di corsa non è facile, ma le scelte che facciamo ogni giorno sono comunque frutto della nostra volontà ed è giusto farle con consapevolezza per vivere bene con noi stesse e con gli altri.

A me personalmente piacerebbe ogni tanto sedermi, guardare l’orizzonte e pensare. Per metabolizzare tutto quello che mi succede, per ritrovare la profonda me stessa e lasciare per un attimo il pensiero che va sempre e solo alle cose da fare.

Cosa ne pensate? Quali PAZZE scelte avete fatto per essere più felici e per avere bimbi felici?

Siamo tutte Mamme Pazze, anche tu!