Mamme Pazze - Oziare
  • 1
  • 0
  • 0

Ciao MAMME!

Se l’ozio è il padre dei vizi, io allora ne sono la mamma. Era da oltre 15 anni che non mi succedeva! Ho trascorso tutte le vacanze natalizie nelle braccia dell’ozio! Mi viene in mente il libro “Pensieri oziosi di un ozioso” di Jerome K. Jerome. L’ho letto tantissimo tempo fa’, ma credo che i miei pensieri in queste settimane possano essere ben rappresentati dal titolo di questo libro.

I miei pensieri sono stati:

  • dilemmi amletici: “faccio i biscotti con o senza cacao..?”
  • distribuzione degli sforzi: “oggi mi posso limare le unghie, ma metto lo smalto domani”
  • perle di saggezza: “in inverno ci si intristisce perché il cielo è sempre grigio”.

Ho iniziato a pensare che sia proprio vero che “il lavoro nobilita l’uomo”, più che altro perché la sua assenza rischia di rilassare troppo il cervello! 😛

Comunque sono riuscita a staccare e a fare un lungo periodo di riposo perché sto cambiando lavoro. Ho trovato un lavoro part-time che mi permetterà di dedicarmi maggiormente a questo blog. Così nel passaggio da un lavoro ad un altro, mi sono presa due settimane di vacanze natalizie.

Come sempre avevo mille programmi su come passare questi 15 giorni di stacco, per concentrare tutto quello che vorrei fare ma che non riesco mai a fare. Ad esempio:

  • tinta ai capelli
  • manicure
  • pedicure
  • depilazione
  • andare al cinema
  • andare a teatro
  • andare in piscina
  • fare shopping
  • andare al bowling
  • andare in biblioteca
  • leggere
  • passeggiare
  • vedere i parenti
  • vedere gli amici
  • giocare con mio figlio
  • cucinare
  • avere tempo per la coppia

Come sempre fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. I ritmi di tutta la famiglia hanno subito preso un andamento lentissimo e di tutti i programmi che avevo in mente, sarò riuscita a farne meno della metà.

Ad essere sincera non  posso nemmeno dire di aver  passato queste settimane ad oziare. Qualcosa ho fatto, ma con tanta tanta calma. Mi sono sentita un bradipo, che è il mio animale preferito perché è l’incarnazione vivente della saggia filosofia della lentezza (ci tornerò presto su questo argomento! Ho un libro da consigliare).

Alla fine quello che ho fatto veramente è stato:

  • tinta ai capelli – NO
  • manicure – SI, ma a step, non tutto in un giorno. Sono riuscita anche a darmi lo smalto per Capodanno! Un evento da segnare sul calendario…
  • pedicure – NO
  • depilazione – NO
  • andare al cinema – NO
  • andare a teatro – NO
  • andare in piscina – NO
  • fare shopping – SI, un pomeriggio senza mio figlio, sono riuscita a fare qualche giretto per negozi 😀
  • andare al bowling – NO
  • andare in biblioteca – SI, siamo andati a scegliere il libro per le vacanze natalizie
  • leggere – SI, o meglio mio figlio leggeva e io ascoltavo. Per fortuna ha potuto scegliere a piacere il libro delle vacanze e mi ha letto “Il Diario di una Schiappa – Guai in arrivo!” che è davvero divertente.  Io invece sarò riuscita a leggere si e no mezzo capito del libro che sto leggendo…
  • passeggiare – SI, ho pensato che andare in centro a vedere il presepe, l’albero e le luminarie fosse bello per tutta la famiglia. Mio figlio però pare non aver gradito e ha passato tutto il tempo a lamentarsi perché era stanco e le sue povere gambette non lo reggevano. “Quando torniamo a casa?” è stato il ritornello del pomeriggio, fino a che non ci siamo fermati a fare merenda con una pizza al taglio, allora la vita ha sorriso di nuovo anche a mio figlio Morris :-/
  • vedere i parenti – SI, ma li ho visti solo alla Vigilia e a Natale, che ci crediate o no avrei voluto vederli di più.
  • vedere gli amici – SI, ma solo a Santo Stefano e San Silvestro e avrei voluto vedere di più anche loro.
  • giocare con mio figlio – SI, decisamente questa è stata l’attività più praticata in queste vacanze! Anche se per lui non è mai abbastanza.
  • cucinare – SI, sono riuscita a fare ragù, il brodo, i biscotti, la pizza, una torta. Non sono molto brava in cucina, ma da quando sono mamma cerco di dilettarmi un pochino, per dare cibi fatti in casa a mio figlio.
  • avere tempo per la coppia – SI, ogni tanto io e il mio compagno siamo riusciti a fare dei discorsi interi senza essere interrotti… un vero successo!

Sono felice di non aver seguito il mio programma e di aver seguito invece i ritmi più tranquilli che tanto mi mancavano. Viviamo in una società sempre di corsa e poter rallentare è un vero lusso oltre che un piacere. Ho fatto meno cose ma ho dedicato tempo di qualità alla famiglia, ci siamo parlati e ci siamo ascoltati come non sempre riusciamo a fare. Ora però organizzo anche una serata cinema! 😉

Voi come avete passato le vostre PAZZE vacanze natalizie? Raccontatemelo nei commenti.

  • 1
  • 0
  • 0
Written by Camilla