Ciao  MAMME,

ho scoperto questo divertente libro di fumetti. Una lettura perfetta per le mamme e per gli adolescenti. Potrebbe comunque piacere anche ad alcuni bambini (mio figlio si è rotolato dalle risate).

Titolo: Crescere, che palle!
Autore: Sarah Andersen
Editore: Becco Giallo
Età: per mamme

Recensione

Crescere, che palle! è il primo libro di scarabocchi di Sarah Andersen (Sarah’s Scribbles) come l’autrice stessa li definisce. Come preannuncia il titolo, il fumetto descrive la difficoltà dei giovani di oggi di crescere e far parte del mondo degli adulti. Sarah Andersen infatti è nata nel 1993, quindi è ancora ventenne.

Recensione di Crescere, che palle!

Attraverso i suoi disegni descrive le problematiche femminili, l’ingombrante presenza di internet e dei social media nella vita odierna, il desiderio di fuggire dai troppi impegni e la voglia di dedicarsi al dolce far niente. La crescita personale tanto pensata da bambini, diventa un traguardo che si sposta piano piano in avanti, senza forse raggiungerlo mai.

Recensione di Crescere, che palle!

Dietro i suoi disegni minimali e buffi, si delinea la società di oggi che non permette perdite di tempo, poiché tutto è troppo veloce per prendersi il lusso di oziare. Il carico di responsabilità e la competizione del mondo moderno opprimono. Conseguenza di questo è la ricerca dell’appagamento personale attraverso i beni materiali che non ci occorrono veramente, ma che il mondo consumista ci ripropone costantemente. Inoltre, le persone che desiderano una vita semplice, dai ritmi lenti, sono viste come diverse. Il risultato è che la protagonista, timida e adorabile, combatte contro la sensazione di sentirsi inadeguata, senza abbracciare mai le convenzioni sociali e mantenendo sempre costante la sua unica personalità. Queste sono le dinamiche principali dei simpaticissimi fumetti, raccontate attraverso disegni semplici, stilizzati e rassicuranti.

Recensione di Crescere, che palle!

Perché Mamme Pazze lo consiglia

Nonostante l’enorme differenza di età fra me (io sono del 1975) e l’autrice, mi rivedo in molte delle sue strisce. In parte perché Sarah Andersen descrive il mondo femminile in modo universale e sempre attuale. In parte perché le tematiche giovanili assomigliano a quelle che ho vissuto in passato. È un fumetto ironico che regala una lettura breve e spensierata.

Premetto che non sempre seguo i comportamenti consoni e convenzionali. Chiarito questo, ho deciso di condividere Crescere, che palle! con mio figlio (quando aveva 7 anni). L’abbiamo letto insieme più e più volte e ogni volta ridendo a crepapelle! Non posso consigliarlo a priori come lettura per bambini, perché il fumetto parla di giovani adulti, inoltre in alcune strisce l’autrice descrive le esperienze legate al ciclo mestruale.

Recensione di Crescere, che palle!

Decidere se leggerlo o meno insieme ai vostri bambini dipende ovviamente dal rapporto che avete con loro, dalla loro età, dal loro sesso (per le femmine è sicuramente più indicato, anche se io l’ho letto con mio figlio maschio) e dalle loro attitudini.

Per noi questo libro è stata una bella scoperta, tanto che abbiamo proseguito la lettura anche dei due libri successi: Un grosso morbidoso bozzolo felice e Tutto sotto controllo!

Se vi ispira Crescere, che palle! il mio consiglio è di prenderlo per voi, leggetelo da sole e poi decidete se leggerlo insieme ai vostri figli. Per gli adolescenti è decisamente adatto.

Fatemi sapere nei commenti se avete letto questo libro e quali PAZZE battute vi sono piaciute di più!

Written by Camilla