Le 5 migliori attività sulle emozioni

Le 5 migliori attività sulle emozioni

Come aiutare i bambini a capire le emozioni

Ciao MAMME!
Lavorare sulle emozioni dei bambini attraverso delle attività può rivelarsi davvero utile. Vediamo perché. I bambini non sanno sempre dare un nome alle loro emozioni. Trovano più facile esprimere sensazioni legate alla vista e al tatto. Fare qualche attività sulle emozioni, può aiutarli a capire cosa provano, come chiedere aiuto e sapere come affrontare certe situazioni. Per noi genitori, i giochi sulle emozioni sono un modo per comunicare con il bambino attraverso un linguaggio che il bambino troverà chiaro e comprensibile. Il gioco infatti è sia il mezzo con il quale i bambini imparano tante cose, sia il mezzo che abbiamo noi genitori per comunicare con loro e capire se il bambino è sereno. Le attività sulle emozioni  ci permettono di avere il polso della situazione e può essere un buon metodo da usare in particolari momenti.

Emozioni da colorare

Colorare dove si sentono le emozioni

Disegnate su un foglio la sagoma di un bambino. Non importa fare un capolavoro! Però è necessario che non sia troppo stilizzato. Vanno disegnate chiaramente le principali parti del corpo: viso, collo, busto, braccia, mani, gambe, piedi. Chiedete al vostro bambino di scegliere un colore per ogni emozione principale (gioia, rabbia, paura, tristezza, disgusto) e di colorare la parte del corpo dove sente queste emozioni. Una volta che avrà finito di colorare, chiedetegli di spiegarvi cosa sente esattamente. Colora le mani di rosso per indicare la rabbia? Questo potrebbe voler dire che quando prova rabbia vorrebbe sbattere i pugni contro l’ingiustizia che ha vissuto. Non significa che sia manesco! Oppure ha colorato il viso rosso di rabbia? Probabilmente significa che quando si arrabbia sente caldo sul viso. Questa attività serve sia a noi genitori che al bambino, per capire dove e in che modo interpreta le emozioni che prova.

Facce delle emozioni

Riconoscere le emozioni

Aprite una rivista o delle immagini su internet per trovare dei visi di persone con stati d’animo differenti. Giocate insieme al bambino a capire quale emozione provano le persone guardando il loro viso. I bambini di norma interpretano meglio i segnali forti. Sorriso=gioia. Non tutte le espressioni con un sorriso comunicano gioia però. Se gli occhi sono tristi e la bocca sorridente a noi adulti sembra molto ambiguo. I bambini invece non sempre colgono queste differenze. Guardare quindi insieme a loro una sequenza di diverse espressioni facciali è un buon allenamento per imparare ad interpretare quello che vedono. Questo semplice esercizio insegnerà ai bambini a riconoscere un’emozione e a provare empatia verso le altre persone. Potete anche realizzare il gioco delle facce delle emozioni fai da te!

Leggere dei libri sulle emozioni

Libro sulle emozioni

I libri sono i migliori alleati di mamme e bambini! Esistono diversi libri che parlano di emozioni. La scelta deve ricadere sul libro più adatto al bambino per fascia di età. I bambini di età prescolare hanno bisogno di un libro semplice, che spieghi in modo essenziale e chiaro. Per i bambini di età scolare è meglio un libro più articolato che spieghi le diverse sfaccettature delle emozioni. Alcune infatti si assomigliano molto ed è bene iniziare a distinguere le une dalle altre. I due che mi sono piaciuti di più sul tema sono I colori delle emozioni, libro adatto ai bambini in età prescolare, ed Emozionario, libro adatto ai bambini in età scolare.

Le emozioni nei film

Le emozioni in un film

Dopo aver guardato insieme ai nostri bambini un film, un cartone o una serie che ci piace, possiamo analizzare le emozioni dei personaggi. Il protagonista come si è sentito quando è stato messo davanti ad una prova? Quale emozione ha provato il cattivo quando è stato sconfitto? L’amico che ha aiutato il protagonista, si è sentito gratificato nell’aiutare? Il personaggio secondario, si è sentito messo da parte? I bambini si lasciano coinvolgere dalle storie che guardano in televisione. Anche il tempo trascorso sul divano davanti alla TV può diventare utile. Basta cogliere gli insegnamenti del film e parlare un po’ con i bambini dopo averlo visto. Anche questo gioco aiuta i bambini ad essere empatici e mettersi nei panni degli altri.

Gioco delle associazioni

Associare le emozioni

I bambini interpretano le loro emozioni in modo diverso da quello di un adulto. Associare le emozioni a qualcosa che il bambino conosce bene, può essere un buon esercizio. Per i bambini sarà un modo divertente per imparare a distinguere le emozioni e capire i propri sentimenti. Per i genitori è un modo per avvicinarsi al mondo emotivo dei propri figli.
Quale animale sei quando sei triste? Quando torni ad essere allegro che animale diventi? A proposito di associazioni, non è un caso che Tristezza di Inside Out abbia la forma di una goccia, come una lacrima.
Quale colore è per te la serenità? Quale colore è la paura?
Quale musica rappresenta la rabbia? Quale musica rappresenta il tornare ad essere calmi?
Quale stagione o elemento naturale (fuoco, acqua, vento…) associ alla gioia? Quale associ all’amore?
Le associazioni possono essere infinite. Quando non avete più idee, potete chiedere direttamente ai bambini di pensarne qualcuna.

Avete già fatto qualcuna di queste PAZZE attività sulle emozioni? Cosa avete scoperto dei vostri figli? Raccontatemi tutto nei commenti

Siamo tutte Mamme Pazze, anche tu!