Lavoretto fai da te divertente da fare con i bambini

Ciao MAMME!

A volte basta poco per tenere occupati i bambini in attività educative per qualche ora. Il gioco delle facce delle emozioni è un classico che piace sempre. Ed è un’attività a costo zero!

Perché fare un’attività sulle emozioni

È importante insegnare ai bambini a vedere e riconoscere le emozioni sul volto delle persone. In questo modo i bambini vengono educati all’empatia e a sapersi rapportare agli altri in base alle loro emozioni. Il gioco delle facce delle emozioni è facile da realizzare, adatto per una fascia di età molto ampia. Inoltre tiene impegnati i bambini sia nella fase di creazione che di gioco vero e proprio.

Creare delle facce

Creare il gioco

Cosa serve

  • fogli bianchi
  • pennarelli
  • forbici

Come farlo

Disegnate tantissimi occhi e sopracciglia con le espressioni più diverse, in modo che ognuna esprima un’emozione. Io ho deciso di fare dei disegni semplici, quindi gli occhi sono tondi tipo fumetto. Ovviamente si può scegliere di disegnare in qualsiasi stile: manga, classico, naif, emoji o qualsiasi stile vi venga in mente.

Disegnare occhi e sopracciglia

Poi disegnate tanti nasi e bocche, anche in questo caso, che esprimono tante emozioni diverse.

Disegnare bocche e nasi

Il gioco è sempre da vivere con massimo divertimento, quindi fate fare ai bambini anche qualcosa di strano, da aggiungere alle normali espressioni. Mio figlio ha fatto gli occhi da alieno e la faccia da vampiro, ma le possibilità sono infinite.

Facce mostruose

Ritagliare tutte le parti del viso disegnate.

Ritagliare le parti del viso

Disegnare la forma del viso su un foglio. Si può fare più di una faccia con diversi tagli di capelli.

Disegnare viso

Ora sbizzarritevi a creare le espressioni più buffe! Durante il gioco non dimenticate di ripetere al bambino il nome delle emozioni che create. Per rendere il gioco più interessante per voi genitori, cogliete l’occasione per parlare ai vostri bambini. Magari chiedendo quando è stata l’ultima volta che hanno provato un’emozione e cosa è successo. Raccontate anche voi qualcosa sulle vostre emozioni. Meglio se descrivete situazioni ordinarie. Per esempio, fate sapere ai bambini che quando il vostro capo vi sgrida, siete tristi. Così come forse è successo a loro, quando sono stati sgridati dalla maestra. Oppure che vi siete dispiaciute quando avete litigato con un famigliare. Così come forse si sono sentiti i vostri figli, quando hanno litigato con voi. Questo aiuta i bambini a capire che certe emozioni sono normali, le provano sia grandi che piccini. Bisogna solo imparare ad accettare le emozioni negative e a vivere appieno quelle positive!

Facce ed emozioni

Quando fare questo lavoretto

È un tipo di gioco che va bene dai 4 anni in poi. I bambini più piccoli si divertono sopratutto a mescolare le parti del viso per creare tante espressioni diverse. I bambini più grandi si divertono anche nella fase iniziale di creazione del gioco e disegno. È probabile che vadano anche un po “fuori tema” creando più espressioni mostruose che realistiche. In qualsiasi modo il bambino decida di partecipare, andrà bene! Il bello di questo gioco è proprio perdersi a fare tante facce con tante emozioni diverse.

Quali PAZZE espressioni avete creato? Raccontatemi tutto nei commenti

Written by Camilla