Cappuccetto Mortissimo, la tradizione si tinge di nero

Cappuccetto Mortissimo, la tradizione si tinge di nero

Titolo: Cappuccetto Mortissimo
Autore: Luis Murillo e Emi Ordás
Editore: Valentina Edizioni
Età: 3+

Cappuccetto Mortissimo nel bosco

Ciao MAMME!
Non ditelo ai vostri bambini ma… Cappuccetto non è più rosso, è Cappuccetto mortissimo! 

Recensione

Questo bellissimo libro prende una delle protagoniste di una fiaba più famosa e la vede proiettata nel mondo dell’aldilà. Cappuccetto rosso non è più fra noi e ora si trova a dover affrontare altre nuove insidie, anche da morta. Anzi mortissima! I disegni sono probabilmente il punto forte del libro. Sono tetri ma allo stesso tempo bellissimi. Resta un libro adattissimo anche ai più piccoli, perché nonostante si parli di veleno, tradimento, morti, tombe e altre cose cupe, tutto è raccontato nel modo più adatto per i bambini. Un libro perfetto da leggere durante la notte di Halloween!

Cappuccetto Mortissimo

Trama

Cappuccetto rosso è morta! Quindi è Cappuccetto mortissimo. In una notte oscura e di pioggia, l’acqua filtra nel terreno fino ad arrivare alle tombe dei genitori di Cappuccetto. La coppia di scheletri è maligna e trama di fare del male alla nonna di Cappuccetto, che è ancora viva, per poter poi avere i soldi per sistemare le tombe in un posto meno umido. Il verme Cacafuti sente il piano dei genitori di Cappuccetto e riferisce tutto al corvo Cavaocchi. Cavaocchi va poi dalla nonna di Cappuccetto per metterla in guardia. Nel frattempo i genitori di Cappuccetto preparano dei biscotti avvelenati e un liquore avvelenato, mettono tutto in un cestino e chiedono a Cappuccetto di portare tutto alla nonna. Cappuccetto morissimo prende la cesta e deve oltrepassare tutto il bosco.

Nel bosco, proprio in quel momento, si è riunito il Gran Consiglio dei Lupi e il giovane lupo Lupito dovrebbe superare la prova per diventare lupo feroce. La prova consiste nel mangiare una Cappucetto o mangiare una nonnina. Lupito vede Cappuccetto nel bosco tutta sola e la avvicina per mangiarsela. Proprio in quel momento, Cappuccetto si volta, rivelando la sua natura di morta. Lupito si prende paura e si ferma. Vede poi la nonna di Cappuccetto e decide di uccidere lei, visto che sembra una più facile preda. Mentre il lupo caccia la nonnina, Cappuccetto mortissimo la raggiunge per portare i doni da parte dei suoi genitori.

Lupito

La nonnina si rivela essere un asso del combattimento e non solo mette ko il lupetto, ma se lo serve da mangiare dopo averlo cotto alla brace. Mentre la nonnina e Cappuccetto banchettano, e nonostante la nonna fosse stata messa in guardia dal corvo, mangiano anche il cibo avvelenato. La nonna muore! Mentre i due assassini aspettano di prendere i soldi della nonna, scoprono che li aveva già spesi per comprarsi un mausoleo asciutto e senza umidità, dove va a stare insieme a Cappuccetto mortissimo. Per vivere un’eternità noiosa dentro al mausoleo, la nonna e Cappuccetto invitano tanti scheletri e fanno festa con tanto di musica!

Perché Mamme Pazze lo consiglia

La trama è un insieme di simboli ed eventi fiabeschi (la nonna, Cappuccetto rosso, i lupi), mescolati con elementi tipici di una storia di paura (l’incessante pioggia, le tombe, il veleno, l’omicidio, gli scheletri). Tutto si fonde in un’unica nuova storia. Dal mio punto di vista però non è tanto la storia in sé il punto forte di questo libro, quanto l’atmosfera che riesce a creare. Prendendo spunto da una fiaba famosa e da personaggi noti, nasce questa fiaba noir dalle note oscure e nello stesso tempo divertenti. È un libro per bambini, con un lieto fine che ci porta a sorridere. Una storia dell’oltretomba dove i buoni vincono anche se muoiono.

La nonna di Cappuccetto Mortissimo

Cosa ne pensate della morte di Cappuccetto rosso? Ai vostri bambini sono piaciute le PAZZE avventure di Cappuccetto mortissimo? Raccontatemi tutto nei commenti

Siamo tutte Mamme Pazze, anche tu!